domenica 1 settembre 2013

Questo è il vero scihfo

Questo è il vero schifo


Governi  di immensi Stati di nascita cosiddetta socialista, difendono un dittatore che a definirlo fascista si insulta qualsiasi idealismo socio-politico. Questo piccolo uomo, lungo lungo dalla piccolissima testa, o qualche suo servo, con la complicità di chi ha venduto loro un’ arma più terribile di tante altre, uccide in un colpo solo 1426 di cui 430 bambini, suoi concittadini,  e ne ferisce altri  3500 . I suoi colleghi, uomini di altri governi, distinguono: uccidere con un colpo di fionda, se ti chiami David, è fortuna e bravura, soprattutto quando chi muore è  una tal Golia, un gigante cattivo; uccidere con un colpo di spada, è un duello che non sta  tanto bene, uccidere con un colpo di cannone … va bene … i morti sono un po’ di più, ma è la guerra; uccidere con una bomba atomica … dipende da chi vince la guerra; far morire 100.000 persone in una guerra civile, in un paio di anni … ma non si fa! Uccidere 1426 persone in un solo colpo con un’arma proibita è un “orribile crimine contro l’umanità” che come tale va punito severamente. Proibire una o due armi è considerato indispensabile. Uccidere di per sé … dipende dall’arma e dalla quantità di morti … e dallo sfruttamento economico delle risorse petrolifere che questi morti mettono in gioco. Uccidere una qualsiasi vita è questione di assuefatta abitudine: e questo è il vero schifo!