martedì 17 settembre 2013

Leggero per troppa profondità

Nel quadro dello splendido Stabilimento Tettuccio, di Montecatini, in una conversazione con gli ospiti delle Terme, giorni fa, ho presentato il mio ultimo libro dal titolo “ Leggero per troppa profondità”. Dopo avere editato raccolte di racconti un po’ strani e di riflessioni sulla vita, mi sono cimentato nello scrivere un romanzo per narrare la vita di un uomo, dal suo essere ragazzo fino alla maturità ed alla vecchiaia. Ho sviluppato la narrazione tentando una strada, per me, nuova. Ogni personaggio si racconta in prima persona, parlando di se in seconda ed in terza persona! Forse come fa ognuno di noi quando parla, tra se e se, di se stesso! La vita di Carlo Barraco, i suoi due Amori, la dolcezza per i suoi figli, i suoi innamoramenti; raccontati, questi, senza falsi pudori, nella loro naturalezza, direi, descritti come pane al pane e vino al vino, suggerito, emozionato e supportato da quanto scrisse Michel de Montaigne, al’inizio nel terzo libro del suo “Les Essais”. Riporto brevemente, a questo proposito, nella prima pagina del mio “ Leggero per troppa profondità” quanto scrisse Montaigne - solo per ricordarvelo - intorno al 1570! Praticamente per vivacità ed attualità sembra scritto domani! Carlo Barraco racconta come nella sua vita insegue l’attaccamento e l’affermazione nel lavoro, la delusione sulle sue scelte universitarie, qual è il suo pensiero guida e come affronta gli ostacoli che gli si oppongono al suo divenire. Naturalmente egli vive ed ama, passando dalla curiosità adolescenziale per “ l’altra metà del cielo”, le prime ragazze della sua vita, fino a riconoscere che la donna è, in realtà, tutto “ il cielo stellato sopra di lui”. Guardando così tra le stelle, anzi credendo che le stelle ogni tanto si accorgano di lui e … soggiacendo piacevolmente ai loro sguardi, non ha pudore a definire se stesso con troppa leggerezza! Mentre affida alla sua curiosità, alle sue letture che spaziano nel tempo ed in tante culture, il tentativo di scoprire l’essenza dei perché della realtà. 
 Una prima lettura del libro è visibile su “anteprima libri” sui mio blog.