martedì 6 agosto 2013

Voce del verbo "fare"

Io faccio, tu fai, egli fa ... 
Io mi faccio, tu ti fai, egli si fa ...
Io me la faccio, tu te la fai, egli se la fa ...

Farsela, oppure farselo, voce moderna per indicare la volontà di un rapporto strettamente personale. Utilizzare parole che rappresentano un atto straordinariamente eccezionale, come quello del fare all'amore, di una volgarità talmente plebea, può significare dare allo stesso atto un valore assolutamente trascurabile. 
Due ragazzi o due ragazze parlando fra di loro di un loro o di una loro coetanea si confessano sorridendo che se la sono fatta. Io che li ascolto e che appartengo ad una generazione futura spero che nel pronunciare la frase "io me la sono fatta" si riferiscano all'incidente occorsogli ... se la sono fatta addosso. 
Così come c'è il Comitato Nazionale per la difesa del congiuntivo, mi piacerebbe creare un Comitato Nazionale per la Difesa Della Terminologia che si riferisce all'atto più bello che gli umani possano fare, Il Fare All'Amore.