sabato 3 agosto 2013

Sento dire

sento dire che in questo Paese non c'è democrazia. Sento dire che questo Paese fa schifo. Sento dire che ci si vergogna di essere italiani. Sento dire che i neri sono negri, e che sia necessario un tram solo per loro. Sento dire che essere "diversi" vuol dire non avere alcuni diritti civili e via narrando. Sento dire che ad alcuni magistrati andrebbe "segnata" la loro casa. Come al tempo dei Faraoni, raro esempio di democrazia!
 Quest'ultima, però, mi sembra quasi giusta: dove abita intelligenza ed onestà, bisogna per certuni, strarsene lontani. A volte ci fosse il pericolo di un contagio! Da chi lo sento dire? Da un pover'uomo costretto,  da tutto  ciò che ho sentito dire, a vivere con una pensione di pochi euro, da un ragazzo che finita l'adolescenza non trova la strada per un lavoro sicuro? Sono questi che si lamentano, direte voi, miei cari amici! Mimando Collodi! Non non sono loro. E' gente che vive di un lauto ... moltissimo lautissimo ... stipendio che incassa da questo Paese! Se poi, voi cari amici, non avendo niente di meglio da fare, vii metteste ad analizzare, con la lente della realtà, le cose che dicono capireste che il signor Luigi Pirandello, aveva, ha ed avrà sempre, ragione! Così è se vi pare! Non credo che ancora per molto tempo, la cosa " paia" a tutti! Sarei lieto che questi "grandi ed ingioiellati" personaggi, dopo aver fatto simili dichiarazioni, emigrassero. Dovunque possano trovare popoli in grado di sopportare le loro dichiarazioni in difesa della democrazia ecc. ecc. Dove? Vi domanderete, miei cari amici! Ma io credo che, cerca, e poi  cerca in una lontana galassia potrebbero essere accolti e "ricoverati" con molta comprensione e pietà! Auguri e buon viaggio!!