lunedì 31 marzo 2014

Un centesimo di miliardesimo di secondo ...




Un centesimo di miliardesimo di secondo

dopo il big bang, sortì fuori una particella che fu poi battezzata come il bosone di Higgs. Piccolissima ed invisibile ma così brava da trasformare l’energia in materia. Di materia in materia si costituirono gli universi, con dentro tutte le galassie che potevano esserci contenute e forse qualcuna di più! Come è stato dimostrato le galassie viaggiano espandendosi e nell' espandersi creano anche lo spazio dove gironzolare. (Quest’ultima  non riesco a capirla, comunque dicono sia così!) Oggi riusciamo con potenti cannocchiali, eredi del piccolo tubo di Galileo, a scoprire migliaia di stelle, in miliardi di galassie, come il nostro sole con qualche delizioso pianetino, come la Terra, di contorno. Noi, però, li vediamo di luce riflessa che pur viaggiando velocissima, se no che luce sarebbe, arriva ai nostri occhi, dopo un viaggio di miliardi di anni luce …  praticamente vediamo quei pianetini come erano quando la loro luce è partita, qualche tempo fa. Nello stesso modo e forse, caso mai, qualcuno vede noi. Se una  navicella fosse partita da una di queste galassie, alla ricerca di vita nello spazio e ci avesse scoperto potrebbe voler dire che noi emaniamo inconsapevolmente dei richiami o che loro sono talmente  bravi da immaginare la nostra esistenza ed averci trovato, oppure che sono naufragati, qui, per caso. E, cosa da non trascurare, dovrebbero vedere il nostro mondo così come lo vediamo noi. E non come un ammasso di atomi vorticanti a cui, noi, per abitudine diamo il nome di albero o di Diana (una mia deliziosa e cara amica!!). Ammettiamo che sia avvenuto uno sbarco e che avendo visto i film di Star Treck, abbiano deciso di rispettare il relativo copione che impone  la non intrusione negli affari degli altri. Bene. Poi hanno perso la pazienza e dopo secoli e secoli e secoli dove hanno visto i più colossali imbroglioni  guidare stupidamente l’umanità, si siano decisi a dare a qualche umano un po’ di suggerimenti, lasciandogli onestamente il tempo necessario per rifletterci. Il cannone ed il fucile è stata una  invenzione selvaggia dell’uomo, vista l’irrisolutezza della spada e delle frecce. Da parte loro, il motore a vapore, il motore a scoppio, l’elettricità … visto che quel Leonardo c’era andato vicino e basta. Poi hanno aggiunto due ali per farci volare, e noi a rotta di collo .. il telefono, lo sfruttamento dell’energia atomica, i razzi V2, nonni dei voli spaziali  … A questo punto si sono grattati la testa e una delegazione di loro è andata a trovare il generale Eisenhower, quando era presidente degli USA, per raccomandargli di fare la pace.
Quest’ultima l’ha detta una bis nipotina del suddetto generale al congresso degli Ufologi a San Marino. Allora, gentile signora, gli alieni sono tra noi! E sono così gentili da interferire delicatamente nella nostra civiltà … immagino che noi si sia per loro motivo di attrazione turistica. Noi, si sia parte di un pacchetto di un viaggio-premio, reclamizzato come visione di un pazzo-pazzo-e-incredibile-mondo da vistare con qualche preoccupazione per la visione da parte dei bambini!
Tutto questo grazie al bosone di Higgs! Cioè ad una particella in grado di trasformare l’energia in materia.

Qualcuno ha l’indirizzo del bosone di Higgs?! Se me lo trovate, prendo un matterello e lo vado a trovare!!