mercoledì 13 agosto 2014

La vergine di Norimberga





Non è come molti potrebbero pensare una gentile e timida signorina nata a Norimberga. E’ un micidiale armadio, inventato nel XVII secolo, con una vaga forma esteriore femminile. Nella ante interne sono sistemati lunghi aculei di ferro. Dentro questo armadio si rinchiude un essere umano e la tortura consiste in una lunga e dolorosa morte perché gli aculei sono sistemati in modo da non uccidere subito. Gli umani progettano sempre, o quasi, per i loro simili, macchinazioni che procurano infiniti dolori e morte sicura e posticipata. C’è da dire che la fantasia degli umani è sconfinata. Secondo me, questi sono alcuni esempi di Vergine di Norimberga di  utilizzo quotidiano, al contrario di quella originale forse mai usata..
1   1)  I tassi d’interesse. Nazionali e privati. Pezzetti di carta con su stampata l’immagine di questo o di quello, con una cifra che varia da 1 a 500 od a 1000, con firma di potenti capi banca ( ho scritto banca e non banda). Ogni pezzetto di carta che passa di mano, da uno Stato all’altro, da un cittadino all’altro si auto moltiplica all’infinito di un valore fittizio., da capestro Con questi pezzetti di carta, indispensabili alla vita di una minima parte dei viventi su questo pianeta, gli stessi viventi intessono trame da capogiro, dando a questi pezzetti simbolici ed effimeri valori, dichiarando ricchezze o fallimenti che nella vita reale di milioni di viventi non hanno significato, forse in tutta la galassia. E’ questa, o non è questa una delle torture più strepitose inventate dall’uomo, nella quale l’uomo stesso si rinchiude ringhiando di sadico e masochistico piacere?

2  2) Inflazione o deflazione. Valori in percentuale minima che, secondo gli studiosi e i maghi dell’economia, modificano la quantità di uomini impiegati nella produzione di questo e di quello. Grande attenzione: se i prezzi salgono c’è più richiesta e più lavoro, se scendono vuol dire meno richiesta e più licenziamenti. L’unica invariabile e difendibile è la percentuale d’interesse di chi produce. In ogni caso: se più lavori, più ti costa vivere, se lavori meno non puoi più vivere. Chi va e viene da questa Vergine di Norimberga è sempre uno solo: il popolo che lavora.Il resto sono parole.

3  3)L’ONU, grande magia del mondo moderno, ha costituito una commissione ad hoc, che valuti se nella battaglia continua tra Israele e Palestina sono stati commessi crimini di guerra. Sic et simpliciter. Ma non è la guerra stessa un assoluto crimine? Oppure è una occasione di enormi guadagni per qualcuno, in cui le pallottole, per rispettare i diritti dell'uomo, devono distinguere chi uccidere? Purché non siano uccisi quegli esseri umani che per essere ammazzati devono prima crescere e produrre? Diversamente è un crimine. A me sembra una smisurata Vergine di Norimberga.

4   4) Per restare tra di noi. Etereologia o no? Uteri in affitto o no? Inseminazione artificiale o no? Noi umani siamo unici! Se il nostro sviluppo e mutamento, come ben ne scrisse il Darwin, fosse dipeso da leggi etiche e morali, dettate da interessi religiosi sociali e chi più ne ha più ne metta, non saremmo cambiati di un pelo dall’ameba originale. In questo caso la succitata Vergine di Norimberga, non l’avrebbe inventata nessuno, per il bene di milioni di esseri viventi.


     5) Una piccola risatina. Un politico italiano, importante, nato in quella terra meravigliosa che è la Sicilia, combina il proprio cognome da un verbo greco: fainomai= apparire ( scritto in lettere nostrane) Al fainomai. Alfano= l’apparente! Chiedo scusa a questo Signore per lo scherzo! Ma  volte uno resta prigioniero di se stesso!!!