lunedì 20 luglio 2015

Fare un bel clic e non parlarne più!

Quinto comandamento

Bisogna cliccare su questo comandamento, e già che ci siamo sugli altri nove, premere il tasto con su scritto "canc" e farla finita. Mi sembra sia la cosa più logica da fare. Giusto per evitare che la gente, il popolo, l'umanità intera -se proprio vogliamo essere universali- si senta in colpa. C'è da dire che a lungo andare ce ne siamo tutti dimenticati ... lui, pover'uomo, fece una grande fatica! Già la fuga dall'Egitto non era stato uno scherzo e poi, con quel caldo, salire sul monte, starsene davanti al roveto ardente, mentre il suo Dio dettava leggi universali ...e poi scendere dal monte. Con quel caldo! Oltretutto vergognandosi un tantino delle leggi che doveva imporre alla sua tribù, chiamare il fratello e chiedergli di leggerle lui al suo popolo ...insomma, una gran fatica. Inutile!
Inutile, perchè nel corso dei secoli, qualsiasi umano se ne è sempre strafregato delle leggi di quel Signore! Anzi, forse gli sono state di suggerimento per trarre dalla loro trasgressione, un maggiore, più perverso e sottile piacere. Come a dire: tiè!

Una volta, in questa nostra società agro-silvo-pastorale si uccideva, tanto per restare sul quinto comandamento, più di oggi. Ad armare la gente c'era la passione, la vendetta, l'amore tradito, l'amore violento, il tradimento di ideali etc etc. Comunque sia, si uccideva. Oggi si uccide meno nella realtà di tutti i giorni. Tuttavia l'omicidio singolo e di massa, viene pubblicizzato fin nei più nascosti rivoli della informazione. Statistiche alla mano, nel 1900 si uccideva più di oggi, suscitando scandalo straordinario. Oggi si uccide meno ... ma chi se ne frega ... qualche mazzolino di fiori, qualche immagine televisiva e la cosa finisce li. La differenza sta nel fatto che dalla mattina alla mattina dopo, sia chi vive davanti alla stampa o davanti alla televisione non vede altro che omicidi. Centinaia di morti ammazzati ogni giorno su decine di canali televisivi, su centinaia di pagine di giornali, fumetti, libri ...dall'infanzia in sù. Censurarli?! Ma neppure per un incubo! Trovare una soluzione per far si che ogni omicidio, ogni tentativo di omicidio, si stigmatizzato come un oltraggio profondo al genere umano! Per adesso la sola esecrazione pubblica di cui si esprime grida d'allarme è quella suscitata dalle gesta di una cospiqua banda di assassini, che uccide, ovviamente, in nome del proprio dio. Quindi un bel clic e non se ne parla più!