lunedì 26 gennaio 2015

Kaliemera, Ellade!

A me sembra impossibile!

Sono passati appena settanta anni da quando è finita la seconda guerra mondiale. In termini di percezione del tempo si potrebbe dire che in realtà è finita ieri sera ed il mondo è ancora pieno di macerie fumanti. Oppure si potrebbe dire che in realtà non è ancora finita. Continua sia con armi tradizionali che con armi di diversa potenza. In questo quadro animato di morte, a me sembra impossibile che ci siano degli esseri umani, donne ed uomini, in età tale da essere autorizzati ad esprimere la loro opinione politica attraverso il voto, che inneggino e ritengano possibile la rinascita del nazifascismo! Nel democratico Parlamento greco, per altro famoso per l'intrusione di un colonnello che, anni fa, impugnando una pistola gridò “ abbasso l'intelligenza”... a me, dicevo, pare impossibile che siedano ben quattordici deputati di un partito politico che inneggia al nazifascismo. Tra le altre meraviglie il leader di questo partito è in prigione per reati contro la società! Tutto ciò è sommamente democratico e insieme assolutamente incomprensibile. Non è certamente un fenomeno isolato: il mondo è pieno di esseri umani di una ferocia pari alla loro stupida idiozia, che del loro cosiddetto credo tentano addirittura di farne uno Stato! Ancora più incredibile ed assurdo che chi li combatte commerci con loro, vendendogli armi e comprando petrolio o, assurdamente, opere d'arte, testimonianze di antichi splendori, di cui si disfano perché “l'arte è immorale”.
Pozzi senza fondo di straordinaria e folle idiozia.
Cosa fa il resto dell'umanità? Considerando che questo cancro di idiozie è diffuso a macchia d'olio e che dietro ogni macchia si nascondono interessi particolari, per evitare troppe turbolenze tra capanne e basiliche di bassa o alta finanza … l'umanità sta alla finestra e stigmatizza, ora questo ora quello, e inorridisce con grazia!

Cosa potrebbe fare l'umanità? Se dentro se stessa riuscisse a trovarsene una parte anche minima degna di essere definita sana, potrebbe tentare di estirpare questa terribile ed in parte inguaribile malattia. Una operazione lunghissima e quasi improbabile, per cui tra le altre cose ne fu composta anni fa, la colonna sonora! Quel bellissimo “ Ciao, bella, ciao ….”