martedì 23 luglio 2013

Francesco

Non ho nessuna fede religiosa. Non mi piace la parola"ateo", ad essa preferisco la parola "agnostico". Anche se la trovo, per il mio caso, poco calzante, per la semplice ragione che sono un lettore incuriosito di storia delle religioni, che secondo me, è un capitolo importante della storia della filosofia e quindi della storia dell'uomo.  Seguo, come posso, ciò che è avvenuto ed avviene in Tibet e come  in Vaticano. Così come leggo e rileggo i commenti di Panikkar ai Veda, ed altri grandiosi testi, ogni tanto mi rileggo il Discorso dalla Montagna nel Vangelo di Matteo. Questo per manifestare, la mia attenzione nei confronti di Papa Francesco. Ieri sera ho scoperto che l'ampio ed antico abito del Papa, ha le tasche! Da una di esse, non senza difficoltà ha estratto una normalissima custodia per gli occhiali. che ha indossato per leggere la risposta al saluto alla Signora Presidente del Brasile. Non solo, ma quando alcuni personaggi gli sono stati presentati rispondeva ai loro inchini con una leggera flessione del corpo che assomigliava tanto ad un piccolo inchino! Ascolterò con attenzione ciò che dirà nelle favelas ed ai giovani a Rio. Certo mi piacerebbe, se la bella giornata si vede dall'alba, sentirlo parlare a quei personaggi che fabbricano armi, false ideologie, infelicità ed anche a chi descrive le statistiche di povertà dei propri concittadini dall'alto di impensabili super stipendi. Tempo al tempo. Anche se a me e a tanti di noi ne è rimasto poco!