mercoledì 12 novembre 2014

un incredibile successo

Un successo incredibile per tutta l’umanità! Riepilogo: aver pensato una cosa del genere, averla progettata, aver trovato i finanziamenti per realizzarla … forse vent’anni fa! Quindi aver studiato la strategia, per me che sono un ignorante, la strategia balistica. L’obbiettivo “colpire” un sasso di ghiaccio, vagante per l’universo, centrandolo con delicatezza per farci posare un aggeggio che raccontasse cosa diavolo fosse quel sasso su cui si era posato! La strada da percorrere era di soli 6 miliardi di chilometri, in un tempo di circa dieci anni. Detto fatto! Dopo un volo di dieci anni è stato mandato verso questo aggeggio alla distanza dalla terra di 550 milioni di chilometri un “segnale radio” che desse l’ordine, ad un coso grande come una lavatrice, di posarsi su quel sasso! Il segnale ha percorso i 550 milioni di chilometri in 20 secondi.
Raccapricciante, veramente raccapricciante!
Non ciò che ho semplicemente descritto in queste poche righe, ma raccapricciante il fatto che, tranne quei pochi umani che hanno fatto tutto ciò, il resto dell’umanità sia così rincoglionita da sopportare se stessa, così com’è. Con le sue religioni assassine, con le sue folli economie, con i suoi capi instupiditi dal potere, con i suoi ideali fasulli, con le sue morali che non resistono al venticello di un peto, tutto  costruito apposta per essere tradito e procurare folli sofferenze. Con le sue ive, i bilanci, i debiti inestinguibili, le sue banche d’affari, i suoi soloni inascoltabili, i pensionati che non ce la fanno, le bambine in India violentate … insomma con tutto il male che siamo capaci di tirarci addosso!

Abbiamo la capacità di guardare il cielo stellato sopra di noi, di navigare lì dentro alla scoperta della vita e … stasera i tg, prima mi faranno sentire il parere di  tali Brunetta o Gasparri, o di chiunque altro, oppure cosa ha deciso un ex ufficiale del KGB o un qualche altro grande luminare del nulla e poi, brevemente, mi parleranno di Rosetta!